Amministrazione federale admin.ch
Dipartimento federale degli affari esteri
Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC
DSC - presente nel mondo

Visitate i siti web degli uffici della cooperazione svizzeri!

Svizzera
Svizzera 
Cerca:
Progetti concreti
Strategia di cooperazione

  • Strategia di cooperazione Bosnia ed Erzegovina 2013–2016
    Prelievo (PDF, 2926 KB) [en]  
Video
Occupazione giovanile in Bosnia e Erzegovina: progetto della DSC
Filmato del progetto (en)

Bosnia ed Erzegovina

Sito internet dell’Ufficio della Cooperazione (DSC) Bosnia ed Erzegovina: www.swiss-cooperation.admin.ch/bosniaandherzegovina/

La Svizzera sostiene a lungo termine la transizione della Bosnia e Erzegovina verso una società democratica con una libera economia di mercato. La cooperazione svizzera è imperniata sul sostegno delle riforme politiche, lo sviluppo economico e il miglioramento del settore della sanità.

A 20 anni dalla fine della guerra la Bosnia e Erzegovina ha attraversato una fase di sviluppo politico ed economico e ora aspira ad aderire all ’Unione europea (UE). Dall’accordo di pace di Dayton nel 1995 la Bosnia e Erzegovina è concepita come uno Stato composto di due Stati parziali e dieci Cantoni. L’arena politica non è dominata dallo Stato centrale, bensì dagli Stati parziali della «Republika Srpska» e della Federazione Bosnia e Erzegovina. Questa situazione frena il progresso politico nel Paese e rallenta l’aspirata adesione all’UE.
Cooperazione internazionale della Svizzera 2011
mio CHF
2012
mio CHF
2013
mio CHF
 
DSC
Cooperazione con l'Est e la CSI 8.47 8.73 10.52
Aiuto umanitario 0.09 0.11
Segreteria di Stato dell'economia (SECO)
Cooperazione e sviluppo economici 8.31 2.73 3.01
Totale DSC/SECO 16.87 11.57 13.53
 
Altri uffici federali
Divisione Sicurezza umana e Direzione del diritto internazionale pubblico del DFAE 1.66 1.11 1.23
Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) 4.13 3.65 4.07
Ufficio federale della migrazione (UFM) 1.08 0.19 0.03
Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) 0.04 0.10 0.08
Totale altri uffici federali 6.91 5.05 5.41
 
Cantoni e comuni 0.33 0.64 ..
 
Totale 24.11 17.26 18.94
Importi DSC esclusi i contributi di programma alle ONG svizzere
.. = non disponibile | – = importo nullo o importo < 5'000 CHF

Buongoverno
I cittadini prendono in mano il proprio futuro
Una migliore collaborazione tra autorità nazionali e subnazionali e il maggior coinvolgimento della società civile rafforzano la stabilità politica e agevolano la decentralizzazione. Tra il 2008 e il 2012, ad esempio, circa un milione di cittadini hanno partecipato all’elaborazione di piani di sviluppo comunale e ora beneficiano del conseguente miglioramento della qualità dei servizi locali.

Oltre alle riforme nella giustizia, la DSC promuove le infrastrutture rurali e la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) quelle urbane. Grazie al ripristino del sistema di approvvigionamento idrico urbano, i 90 000 abitanti della città di Prijedor usufruiscono ora di una regolare erogazione di acqua potabile.


Occupazione e reddito
Circa 1700 posti per la nuova generazione
La Svizzera sostiene i processi di riforma nel settore privato e pubblico allo scopo di promuovere uno sviluppo economico sostenibile e creare posti di lavoro attraverso progetti per creare piccole e medie imprese, incentivare i redditi e gli investimenti nonché nell’ambito della microfinanza.

Al tempo stesso viene rafforzata l’idoneità al mercato del lavoro di giovani e giovani adulti nel quadro di vari progetti. I programmi occupazionali per i giovani organizzati con il settore privato e una mediazione orientata al mercato hanno permesso tra il 2008 e il 2012 di trovare un’occupazione a circa 1700 giovani tra i 18 ed i 30 anni. La SECO favorisce altresì gli investimenti, migliora l’accesso al mercato e sostiene la creazione dell’infrastruttura urbana di base.

Sanità
300 000 persone possono contare sull’assistenza sanitaria
Negli ultimi dieci anni sono state portate a termine varie riforme nel settore della sanità. Ciononostante, l’assistenza alla popolazione è molto arretrata rispetto agli altri Paesi dei Balcani occidentali. Un progetto della DSC ha permesso di migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria per il 26 per cento della popolazione, soprattutto nelle zone rurali, in cosiddetti «centri medico-familiari». Circa 12 000 medici e personale di cura offrono più o meno a 300 000 persone servizi medici di alta qualità nei loro comuni di residenza.


Cooperazione in materia di migrazione internazionale e attività regionali
Accanto alle attività proposte nel quadro delle tre priorità tematiche, la Svizzera intrattiene con la Bosnia e Erzegovina un partenariato in materia di migrazione dal 2009. La DSC, nel quadro della strategia della cooperazione in materia di migrazione internazionale 2012 2015, opera in stretta collaborazione con l’Ufficio federale della migrazione (UFM).

La Bosnia e Erzegovina partecipa anche ai programmi regionali in corso nei settori della ricerca, della cultura e della riforma della polizia, che contribuiscono a migliorare gli scambi tra la Svizzera e i Paesi dell’Europa sudorientale.


Cooperazione multilaterale
La Svizzera sostiene vari attori multilaterali attivi in Bosnia e Erzegovina, quali l’«Office of the High Representative», la Banca mondiale e l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (ACNUR), e contribuisce pure all’armonizzazione delle attività dei donatori.

Storia della cooperazione
Dall ’aiuto d’emergenza e alla ricostruzione al sostegno alla transizione
Durante e dopo la guerra 1992 1995, la Svizzera ha prestato aiuto d’emergenza e alla ricostruzione. Dal 1999 l’attività si è invece focalizzata sul sostegno a lungo termine delle riforme democratiche e del processo di transizione verso l’economia di mercato e sul lavoro di pacificazione tra le etnie (bosniaci, serbi, croati). La stabilizzazione della Bosnia e Erzegovina è diventata un compito importante della politica estera svizzera, non da ultimo a causa del consistente numero di rifugiati bosniaci.


Luce sul contesto Bosnia ed Erzegovina

Cifre e fatti

Superficie

Popolazione

Crescita demografica annua (dal 1990)

Aspettativa di vita alla nascita donne / uomini

Tasso di analfabetismo donne / uomini adulti

Reddito nazionale lordo pro capite

Quota di popolazione con meno di 2 USD al giorno
51'210
3.752
-0.2
78.2 / 73.0
3.5 / 0.6
4'820.7
..
km2
mio
%
anni
%
USD
%
Fonte: World Development Indicators 2013 della Banca Mondiale
Breve profilo geopolitico (fonte: BBC)

Indirizzo di contatto della DSC in loco:

Bosnia ed Erzegovina (Sarajevo)

Swiss Cooperation Office Bosnia and Herzegovina
Embassy of Switzerland
Zmaja od Bosne 11
zgrada RBBH objekat B
71000 Sarajevo
Bosnia and Herzegovina

Telefono +387 332 54030
Fax +387 332 71500
e-mail sarajevo@sdc.net
Sito Web www.swiss-cooperation.admin.ch/bosniaandherzegovina/

Ulteriori informazioni e documenti

Qui trovate pubblicazioni più dettagliate, rimandi, documenti e articoli di attualità sulla cooperazione svizzera allo sviluppo e sull’aiuto umanitario in questo paese.