Amministrazione federale admin.ch
Dipartimento federale degli affari esteri
Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC
DSC - presente nel mondo

Visitate i siti web degli uffici della cooperazione svizzeri!

Svizzera
Svizzera 
Cerca:
News dettagli:

10.09.2009 - Articolo
Inondazioni nell’Africa occidentale – impegno della Svizzera

Precipitazioni straordinariamente violente e un fronte di piogge torrenziali hanno di recente causato in Burkina Faso, Niger, Senegal, Sierra Leone e Ghana gravi inondazioni. Circa 600 000 persone ne sono state colpite, 159 hanno perso la vita. La Svizzera è attiva in numerosi Paesi dell’Africa occidentale – una panoramica della situazione attuale.

Negli anni scorsi l’Africa occidentale è stata funestata nei mesi estivi da regolari inondazioni. Gli esperti suppongono che il cambiamento climatico svolga in questo un ruolo centrale.

© Centre écologique Albert Schweizer
(CEAS) au Burkina

Grazie a meccanismi di preallarme ben affermati e a solide reti di contatti in funzione sul posto è stato possibile valutare tempestivamente gli effetti della catastrofe e i bisogni umanitari. Molte persone hanno perso le loro case e i loro averi e non hanno accesso ad acqua potabile e cibo. Gli aiuti urgenti scattati tempestivamente e coordinati adeguatamente mirano in primo luogo a offrire alle vittime della catastrofe alloggio, cibo, acqua potabile e assistenza medica. Le misure per prevenire le epidemie hanno altresì un’importanza prioritaria. I danni alle infrastrutture come strade, ponti e ospedali, che complicano le operazioni, devono essere rimossi.

L’Aiuto umanitario della Confederazione fornisce aiuto sostenibile e adeguato alla situazione alle vittime di inondazioni. Grazie al loro impegno profuso da molti anni sul posto, gli uffici per la cooperazione della DSC in Burkina Faso e Niger sono assai bene integrati nel territorio. Attualmente sono state adottate le misure seguenti:

  • in Burkina Faso l’ufficio per la cooperazione ha introdotto, in collaborazione con partner locali e le autorità, aiuti a favore dei senzatetto. Verrà inoltre stanziato un importo di 200 000 CHF all’aiuto di urgenza del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (PAM). La Croce Rossa Svizzera (CRS) sosterrà inoltre, grazie a mezzi dell’Aiuto umanitario della Confederazione, gli aiuti urgenti della Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRK);
  • in Niger è stato messo a disposizione un importo di CHF 200 000 per gli aiuti urgenti. L’ufficio per la cooperazione sta attualmente definendo il modo migliore per utilizzare questi fondi;
  • in Senegal ulteriori mezzi dell’Aiuto umanitario della Confederazione saranno presumibilmente destinati agli aiuti urgenti per il tramite della CRS;
  • a livello regionale l’Aiuto umanitario della Confederazione ha potuto contribuire a un rapido esame della situazione e dei bisogni grazie alla collaborazione con l’ufficio regionale del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite PAM per l’Africa occidentale con sede a Dakkar. La Emergency Preparedness and Response Unit del PAM è affiancata dall’inizio dell’anno da due esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario CSA e sostenuta da un sostanzioso contributo finanziario.

Nell’anno corrente, indipendentemente dalle inondazioni, l’Aiuto umanitario della Confederazione ha finora fornito ai Paesi colpiti un aiuto umanitario (soprattutto aiuto alimentare) dell’ordine di grandezza seguente:

  • Niger: CHF 820 000
  • Mali: CHF 494 000
  • Burkina Faso: CHF 1 152 000
  • Benin: CHF 112 000
  • Senegal: CHF 509 000
  • Mauritania: CHF 509 000
  • Ghana: CHF 191 000
  • Sierra Leone: CHF 500 000
  • a livello regionale: CHF 975 000

Ulteriori informazioni e documenti

  • Burkina Faso
    Sicurezza alimentare e sviluppo rurale, istruzione di base e formazione professionale, riforme econo...
  • Niger
    Il Niger è un paese prioritario della cooperazione elvetica. La DSC è impegnata in questa nazione sa...